LA VALLE MAGICA


LA VALLE MAGICA

(FORCELLA ANGAGNOLA – VALLE DELL’AMBRO – CASTELMANARDO)


Bolognola 02/10/2011.

Anche per quest’anno è arrivato il momento dell’ultimo giro in alta quota,  prima dell’arrivo del freddo e della prima neve.

Quest’anno l’alta pressione sta benedicendo l’Italia. Le temperature sono ancora molto gradevoli, la pioggia e il  freddo non sono ancora arrivati. L’estate sembra voler ancora continuare. Per noi bikers queste condizioni sono un’autentica manna da cielo, un’opportunità unica per continuare ad avventurarsi sopra i 2000 mt. Così magari si ha l’occasione di rivisitare posti conosciuti in altri periodi, di apprezzare gli stessi luoghi al mutare delle stagioni. Adesso i paesaggi si tingono di toni caldi: il verde lascia spazio al giallo, al rosso e all’arancio. I panorami si fanno più malinconici, ma non per questo meno belli ed affascinanti.

Per il nostro congedo dalle quote più elevate, quest’anno abbiamo scelto l’Alta Valle dell’Ambro, passando per la forcella Angagnola. Un giro tanto impegnativo quanto affascinante!

Punto di ritrovo la Pintura di Bolognola. Concluse con tutta fretta le operazioni preliminari,  subito imbocchiamo la lunga carrozzabile per il Fargno

FORCELLA ANGAGNOLA 02 10 2011 003

pintura di bolognola

FORCELLA ANGAGNOLA 02 10 2011 006

pintura di bolognola

FORCELLA ANGAGNOLA 02 10 2011 004

strada del fargno

Saliamo costantemente per circa 6 km guadagnando così circa 500 metri di quota.
Siamo percorrendo uno dei tratti più suggestivi all’interno del gruppo dei Sibillini: Una strada che l’uomo ha faticosamente sottratto ai ripidi pendii della montagna. Una strada sospesa tra le affilate creste della montanga e la suggetiva valle del Fargno. Un luogo pericoloso, accessibile solo quando il ghiaccio invernale concede la tragua estiva.

FORCELLA ANGAGNOLA 02 10 2011 007

strada del fargno

FORCELLA ANGAGNOLA 02 10 2011 020

strada del fargno

In circa un’ora raggiungiamo la forcella del Fargno

FORCELLA ANGAGNOLA 02 10 2011 023

strada del fargno

FORCELLA ANGAGNOLA 02 10 2011 033

rifugio del fargno

Dalla forcella la vista è superba, il panorama è a 360 gradi.
A far da padroni ci sono lo sperone roccioso del Monte Bove e la verdissima Val di Panico

FORCELLA ANGAGNOLA 02 10 2011 035

monte bove nord e l’alta val di panico

in lontananza, si scopre la forcella Angagnola e, ancora più in la, Pizzo Berro e Pizzo della Regina:

FORCELLA ANGAGNOLA 02 10 2011 034

pizzo berro

Ripartiamo  imboccando il sentierino che da dietro il Rifugio taglia il ripido fianco di Pizzo Tre Vescovi in direzione Est.

Nella prima parte il sentiero sale bruscamente e dobbiamo procedere bici in spalla

FORCELLA ANGAGNOLA 02 10 2011 044

sentiero n. 277

Poi risaliamo in sella e procediamo in falsopiano.

Qui è necessario fare molta attenzione poiché il sentiero è molto stretto e in parte esposto. Meglio non rischiare, una caduta qui potrebbe avere gravi conseguenze! Il pedale urta spesso il terreno a monte, sassi e rocce ostacolano l’incerta traiettoria. Giù in fondo, un balzo di 500 mt minaccia il nostro precario equilibrio!

FORCELLA ANGAGNOLA 02 10 2011 051

sentiero n. 277

FORCELLA ANGAGNOLA 02 10 2011 054

sentiero n. 277

FORCELLA ANGAGNOLA 02 10 2011 062

sentiero n. 277

Poi finalmente l’arrivo alla forcella Angagnola

FORCELLA ANGAGNOLA 02 10 2011 068

forcella angagnola

FORCELLA ANGAGNOLA 02 10 2011 069

forcella angagnola

Ci concediamo una meritata sosta: qui il panorama è davvero mozzafiato, così bello da lasciar senza fiato anche i più esigenti.
Rimaniamo in bilico tra la Val di Panico e la Valle dell’Ambro, intorno a noi le più suggestive cime dei Sibillini

FORCELLA ANGAGNOLA 02 10 2011 063

forcella angagnola: monte bove sud e l’alta val di panico

Ci prepariamo e iniziamo la discesa seguendo il sentiero CAI n. 227. Il sentiero dapprima scende placido lungo i prati d’alta quota

FORCELLA ANGAGNOLA 02 10 2011 076

sentiero n. 227

FORCELLA ANGAGNOLA 02 10 2011 081

sentiero n. 227

poi si insinua tra rocce a strapiombo e diventa sempre più ripido e insidioso

FORCELLA ANGAGNOLA 02 10 2011 084

sentiero n. 227

Infine, il sentiero precipita bruscamente fino a fondo valle

FORCELLA ANGAGNOLA 02 10 2011 085

sentiero n. 227

In quei posti, l’essere umano ha lasciato poche tracce del suo passaggio. I cavalli sono liberi di pascolare allo stato brado secondo le antiche leggi della natura

FORCELLA ANGAGNOLA 02 10 2011 086

casal rinaldi: cavalli al pascolo

Da Casal Rinaldi diamo uno sguardo all’insù. Ci troviamo in una sorta di anfiteatro naturale, dove le montagne circondano la testa della valle, quasi a voler gelosamente nasconderla da sguardi indiscreti. Ci rendiamo conto di aver lasciato bruscamente circa 400 mt di dislivello, tanti sono i metri d’altitudine che separano la forcella dal fondo valle

FORCELLA ANGAGNOLA 02 10 2011 091

alta val dell’ambro

Da ora in poi la pista ritorna agevole. La mulattiera dapprima scende veloce lungo la valle dell’Ambro

FORCELLA ANGAGNOLA 02 10 2011 090

valle dell’ambro

poi ritorna a salire e con vari tornanti si riporta fino a quota 1700

FORCELLA ANGAGNOLA 02 10 2011 095

valle dell’ambro

FORCELLA ANGAGNOLA 02 10 2011 100

valle dell’ambro

ancora superbi sono i panorami che si aprono di fronte a noi

FORCELLA ANGAGNOLA 02 10 2011 104

valle dell’ambro: panorama

FORCELLA ANGAGNOLA 02 10 2011 106

valle dell’ambro: panorama

FORCELLA ANGAGNOLA 02 10 2011 107

valle dell’ambro: casale ara del re

Stiamo oramai tagliando il fianco di Castelmanardo. Sullo sfondo domina la possente sagoma della Priora

FORCELLA ANGAGNOLA 02 10 2011 113

castelmanardo: vista sulla priora

FORCELLA ANGAGNOLA 02 10 2011 115

castelmanardo

La salita lentamente cede il passo a tratti sempre più pianeggianti. Arriviamo ad una sella panoramica che divide Castelmanardo dal Monte Amandola

FORCELLA ANGAGNOLA 02 10 2011 118

castelmanardo

Oltrepassata la sella, lo sterrato devia bruscamente verso sinistra e veloce ci riporta alla Pintura di Bolognola.

Le nostre fatiche praticamente finiscono qui.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *