ANELLO DELLE 4 VALLI


– ANELLO DELLE 4 VALLI–

VAL DI PANICO – VAL DI TENNA – VALLE DELL’AMBRO – VALLE DEL FARGNO


PARTENZA: Ussita (Mc)

DATI TECNICI: Km 62 – Dislivello 2900 – Medio

PERIODO MIGLIORE: da giugno a ottobre



DESCRIZIONE

L’anello delle 4 valli è ormai diventato un must tra gli itinerari da fare sui Sibillini.
Un anello tanto faticoso quanto appagante, particolarmente consigliato a chi preferisce lunghe pedalate in ambienti di rara bellezza.

Trattandosi di un’escursione lunga e impegnativa, l’itinerario può essere facilmente suddiviso in 2 giorni con pernotto nei vari rifugi dislocati lungo il percorso.

La bellezza di questo itinerario e dei luoghi attraversati è stata premiata con un dettagliato articolo pubblicato dall’autorevole
rivista MTB-MAG.

Partiamo da Ussita e, su bella forestale all’interno del bosco, saliamo fino a Frontignano.

A Frontignano proseguiamo in direzione di Passo Cattivo dove cambiamo versante per calarci nella meravigliosa val di Tenna.

Scendiamo l’intera valle fino alle Gole dell’Infernaccio che faticosamente dovremo attraversare. La valle si stringe fino al punto in cui le possenti pareti della della Priora si toccano con quelle della Sibilla. La pista prosegue ai margini del torrente che più volte lo attraversa.

Usciti dalle gole proseguiamo fino a borgo di Rubbiano (rifugio).

Da Rubbiano procediamo seguendo l’indicazione del Grande Anello dei Sibillini che, con un faticoso saliscendi, ci
permette di raggiungere la frazione di Garulla (rifugio).

Da Garulla saliamo in direzione di Passo Ventoso e, sempre seguendo le indicazioni del Grande Anello,
proseguiamo fino Pintura di Bolognola (rifugio).

A Pintura di Bolognola deviamo sulla suggestiva strada del Fargno che, in costante salita, ci consente di
raggiungere la forcella del Fargno (rifugio).

Dalla forcella scendiamo a Casali percorrendo il bellissimo sentiero 278 (impegnativo) per poi proseguire in discesa, sempre su sentiero (impegnativo), fino a Ussita.

Buona pedalata!!!

ATTENZIONE: la strada del Fargno è molto pericolosa e assolutamente da evitare in caso di neve (specie nel periodo primaverile)

VARIANTE: per una variante più scorrevole e ma meno impegnativa tecnicamente vedi qui


MAPS


TRACCIATO GPS

You may also like...

1 Response

  1. Pacioli Giuseppe scrive:

    Anello appena fatto. Esperienza fantastica in tutto, uno tra i tour più belli che ho mai fatto in tanti anni di mtb. Al pari di molti tour nelle alpi.
    Da consigliare al 100%, i meno allenati possono fermarsi la notte in rifugio (non ricordo il nome ma mangiato da dio).
    Grazie per la condivisione.
    G.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *