ARGENTELLA


– ARGENTELLA –


PARTENZA: Castelluccio di Norcia (Pg)

DATI TECNICI: Km 25 – Dislivello 900 – Impegnativo

PERIODO MIGLIORE: da giugno a ottobre



DESCRIZIONE

Itinerario cicloalpinistico breve ma intenso, tra i più belli ed remunerativi nel gruppo dei Sibillini.

Partiamo da Castelluccio di Norcia e iniziamo a salire fino a Capanna Ghezzi.

Dal Casale (fonte con acqua fresca) imbocchiamo il sentiero (quasi tutto pedalabile) che sale fino a
Forca Viola (bellissimo panorama su entrambe i versanti).

Da Forca Viola proseguiamo sul sentiero n. 554 che, alternando tratti a spinta a tratti pedalati, prosegue in direzione nord.
Il sentiero taglia tutto il fianco dell’Argentella (possibilità di prendere acqua alla fonte delle fate).
In prossimità di un bivacco lasciamo il sentiero principale e deviamo
sulla destra su una traccia (poco visibile) che si arrampica ripida fino alla vetta dell’Argentella
(dopo il primo tratto molto ripido ritorna parzialmente pedalabile).
Maestosa è la vista dalla vetta, una tra le più belle su tutti i Sibillini.

Iniziamo la bellissima discesa dalla vetta. Ci dirigiamo verso nord, in direzione di Palazzo Borghese
che raggiungiamo dopo una breve risalita con bici in spalla.

Proseguiamo ancora verso nord seguendo le indicazioni del sentiero n. 261 che, sempre
molto bello e panoramico, scende fino a Fonte della Jumenta.

A Fonte della Jumenta il sentiero lascia il posto ad una larga mulattiera fino a Forca di  Gualdo
dove abbiamo la possibilità di fare rifornimento d’acqua).

Proseguiamo su forestale scendendo in direzione della Romitoria San Lorenzo.
Dopo aver superato Portella del Vao, rimane solo di attraversare il Pian Perduto
prima di fare rientro al punto di partenza.

Buona pedalata!!!

ATTENZIONE
Si tratta di un percorso impegnativo che richiede una buona preparazione fisica
ed esperienza su ambienti montani d’alta quota.

I recenti divieti imposti dal Parco hanno interdetto il transito alle MTB in tutta l’area dell’Argentella.
Chiunque decida di percorrere questo itinerario lo fa a proprio rischio e pericolo.


MAP


TRACCIATO GPS

 

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *